Cosa posso fare quando tutti i miei piani sono saltati?

Credo fermamente che un allenatore non sia solo un “venditore di schede”, ma un artista che programma e pianifica la realizzazione di un sogno, spezzettandolo in obiettivi.

In questo momento in cui tutta la società sanguina e piange, è importante trovare un modo efficace per mantenerci aggrappati a questo bisogno di realizzazione.

Ancora una volta, lo sport, in questo, è essenziale.
E, in contemporanea, anche l’allenatore ricopre un ruolo importante nel dare supporto, qualsiasi supporto, perché gli atleti prima di tutto sono persone, e questo mestiere puoi e devi farlo solo se tieni conto di questo aspetto.

Ci sono decine, migliaia di post che elencano ottimi esercizi efficaci per mantenere lo stato di forma.
Sono tutti spunti molto interessanti e che consiglio di seguire.
Fruibili da casa anche con poca necessità di attrezzatura.

Ma quello di cui voglio parlare adesso è un’altra parte importante delle nostre giornate attuali che non possiamo assolutamente trascurare.

Mantenere la calma.
Usiamo l’attività fisica in casa per mantenere i nervi saldi e la mente aperta al futuro.

Come possiamo fare?

Iniziamo a costruire.

Pensiamo un attimo a quanto spazio c’è adesso, sia per chi lo faceva già sia per chi non lo aveva mai fatto, per curare il proprio corpo, dal punto di vista alimentare e dal punto di vista dell’attività motoria.
La maggior parte degli italiani, oggi, si sveglia al mattino e pensa a come poter arrivare in fondo alla giornata sentendosi meglio.

Oggi è il giorno giusto per cominciare a costruire una routine di benessere da mantenere anche dopo, e tornare alla normalità non sarà più traumatico di quanto già non sia davvero, sarà un ritorno diverso, una vita ricostruita, una giornata pianificata adesso, ora, in questo periodo, nei minimi dettagli.

Abbiamo tempo, abbiamo lo spazio mentale.

Questo fermo imposto può diventare un quaderno bianco nel quale scrivere una bellissima storia.
Dobbiamo stare per forza a casa, dobbiamo stare per forza soli.
Questo tempo è davvero prezioso, non capita spesso, non capita mai di averne così tanto.

Facciamo esercizio, poco o tanto che sia, respiriamo e diamo modo al nostro corpo di produrre gli ormoni della felicità, dell’appagamento.

Impariamo un rituale di risveglio muscolare al mattino e di gratitudine verso l’essere qui e ora.

Curiamo l’alimentazione, quello che mangiamo è il carburante per vivere una giornata impegnativa.

Dormiamo bene e tanto.

Leggiamo, impariamo, creiamo e progettiamo.

La vita normale tornerà, facciamoci trovare preparati a riscriverla del tutto, in modo da aver dato un senso a tutto quello a cui abbiamo dovuto rinunciare, in nome di chi ha dovuto rinunciare a molto di più che alla libertà.

4 thoughts on “Cosa posso fare quando tutti i miei piani sono saltati?”

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *